• home • fò di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti • la cremeria

LO SPUNTO DEL CREMA A BARIANO

Valbrembo: Venerdì 09/07 ore 18.25. Telefono al Fò di pe Grisù, autista e responsabile trasferte del gruppo per accordarmi su ritrovo e orario partenza per Bariano. Era già in viaggio. Qualcuno gli aveva detto che se si fosse iscritto entro le 19, avrebbe avuto un bonus di 100 punti per rinvigorire la sua avvilente classifica. Dopo averlo disilluso, e convinto a tornare a prenderci, il timore che in preda alla disperazione potesse compiere gesti estremi, mi porta ad avvisare il segretario Vengo col tempo, che a sua volta, spaventato per il rischio di non trovare un passaggio, cerca telefonicamente di tranquillizzare lo sventurato fino al nostro arrivo. Si unisce in fine anche il Comprabene, e per consolare un affranto Grisù, gli si promette il rimborso dell’iscrizione alla gara. Io contribuirò con tre euro, gli altri due “brillantoni” con 50 centesimi a testa. La serata è calda e afosa , ed il percorso di 7,5 km circa, dopo un primo giro di pista (sterrata) ed un breve tratto di strada asfaltata, segue prevalentemente un sentiero tra i campi, con alcuni brevi saliscendi che rendono questa, una delle corse più dure dell’intero circuito. Covo il desiderio di ristabilire le gerarchie con l’indemoniata Lacrima, ma visto che è trascorso quasi un mese dall’ultima competizione (Ciserano l’ho rimossa dai ricordi) preferisco evitare sfide. La partenza è come di consueto una pistolettata. Esco dal centro sportivo imbottigliato nel traffico, ed impiego oltre un km per raggiungere il Lucio Bazzana, che ringalluzzito dalla presenza del nipotino aveva dato tutto nell’iniziale giro di pista. Imbarazzante invece la prestazione della figlia, che nonostante gli incitamenti del figlioletto, arrancava nelle posizioni di rincalzo. Risalgo lentamente la china, e dopo numerosi sorpassi, verso il 5km mi porto a ridosso del gruppetto guidato dalla Lacrima. Da qui purtroppo comincia anche la sofferenza. Fatico moltissimo a tenere il passo, e non riesco ad accodarmi al gruppetto. Sono muscolarmente a pezzi quando finalmente finisce lo sterrato, resto nella scia fino all’ingresso del centro sportivo, dove con un spunto “ alla Crema” riesco ad avere la meglio su di una Maria sempre più leader incontrastata di questo bellissimo Fosso 2011, non che fonte principale dei miei patimenti. Taglio il traguardo in 28.43, stremato! Non terminano le sventure invece per il buon Grisù, che dopo l’ennesima mediocre prestazione, affamato ritrovava entusiasmo per il pasta Party. E’ in lacrime quando gli viene comunicato che la pasta era terminata.La presenza del del Fò di pe “4 primi” aveva spiazzato la pur volenterosa organizzazione.                                            crema