HOME       GARE       NOTIZIE DELLA SETTIMANA

notizie  gare  01 maggio

 

01/05/2008
5^ maratona del riso - Vercelli      
                         classifica completa                                             Crollano i primati

la Maratona del Riso ha vissuto il suo capitolo più importante. Nel giro di nemmeno un’ora sono crollati entrambi i primati della gara. Quello maschile, con il giovane etiope (classe ’88) Shumye Alemayehu, alla sua prima esperienza in maratona e capace di chiudere in 2h14’33”. E quello femminile, con un’altra etiope di nascita e di passaporto, ma felicemente integrata nella provincia torinese, Shebirè Fisseha, che ha completato la sua fatica in 2h50’09”. Alle 9 in punto, con lo sparo del solito starter d’eccezione Livio Berruti, testimonial ma soprattutto amico della Maratona del Riso, la fiumana di atleti è scattata da corso de Gasperi. La prova maschile è subito vissuta sul duello annunciato tra la freschezza dell’etiope Alemayehu, arrivato a Vercelli per realizzare il minimo Iaaf utile a partecipare alle prossime Olimpiadi (2h15’) e l’esperienza del keniano Philemon Kipketer Serem. I due hanno fatto presto il vuoto procedendo di comune accordo, con cambi regolari. Passaggio alla Mezza maratona in 1h07’43”, buono per una proiezione finale vicina al record, ma dal 25° chilometri Alemayehu ha mostrato di avere ancora molta benzina e ha accelerato staccando il rivale. Una seconda parte di gara eccellente, più veloce della prima, e quando si è presentato tra due ali di folla sul traguardo di Viale Garibaldi il responso cronometrico è stato quello atteso: 2h14’33”, tempo da presentare come biglietto da visita alla sua federazione. Serem, che nel finale si è amministrato, ha chiuso staccato di 59”, mentre il primo degli italiani, il barese Francesco Minerva ha tenuto fede alle attese chiudendo terzo in 2h23’05”. Alle sue spalle bene Pietro Colnaghi (2h28’51”) davanti a Giacinto Grassano e Giuseppe Veletti. Anche la gara femminile si è sviluppata sul copione del duello diretto. Quello tra l’etiope Shebirè Fisseha, 31enne tesserata per il Cus Torino, e la calabrese Faustina Bianco che ha ancora classe da vendere. Le due hanno corso praticamente appaiate facendo il vuoto, con le favorite della vigilia, l’altra etiope Tadesse e la croata Vrajic, attardate quasi subito. Quando si pensava che la maggiore preparazione tecnica della Bianco avesse la meglio, la Fisseha ha portato l’attacco, prima del 30° chilometro, accumulando quel margine che è riuscita a mantenere sin sotto lo striscione. Il suo 2h’50’09”, che le è valso anche la 18^ posizione assoluta (su 467 arrivati) sa di maturità acquisita. Appena deitro la Bianco, in 2h50’54”, mentre Marija Vrajic, che nel giro di dieci giorni è stata terza alla Brescia Art Marathon e prima alla 50km di Romagna, ha tenuto stretto il terzo posto in 2h58’01”. Ottima quarta, e prima delle piemontesi, la torinese Grazia Cammalleri, quarta in 3h01’05” davanti alla Tadesse.   spunti e foto tratti da c.s.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

01/05/2008
13^ Maratonina del Levante - BA      
                     classifica completa                                                Vito Cardella e Vincenza Cea

Le novità di questa edizione sono soprattutto per la Maratonina del Levante, la gara di mezza maratona, su una distanza di km 21,097, giunta alla 13° edizione, valida quest’anno come Campionato Italiano di Maratonina per atleti dell’Aeronautica Militare, e Campionato Italiano Veterani dello Sport. Vittoria a Vito Sardella, già vincitore delle precedenti 4 edizioni, con il tempo di 1h 09' 05'' e Vincenza Cea, 1h 23' 32''. Il percorso tutto pianeggiante è quello tradizionale che si snoda dal Parco di Punta Perotti all’Acquario con partenza e arrivo in Piazza Diaz. Circuito da percorrere due volte.  frz

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

01/05/2008
13^ Oderzo città archeologica      
                                                                                                           Vittoria di Salvatore Vincenti e Silvia Weissteiner

Doppietta azzurra alla 13ma edizione del circuito internazionale Oderzo Città Archeologica. Ad imporsi sono stati infatti il siciliano delle Fiamme Gialle Salvatore Vincenti e l'altoatesina della Forestale Silvia Weissteiner. Salvatore Vincenti ha vinto alla grande in volata su Tanui e La Rosa, nell'ordine. Ottima anche la gara di Yuri Floriani, che nel corso dell'ultimo giro se n'è andato a prendere il 4° posto a 26", staccando Boudalia e Tanui. Settimo posto invece per Mascheroni (a 41"), che nel finale ha avuto la meglio su De Nard. Silvia Weissteiner vince per la quarta volta consecutiva con un eccellente 17'21", un secondo meglio del suo record dello scorso anno. La Weissteiner ha dominato, staccando di 26" la Sicari, mentre la Marconi è riuscita a difendere il 3° posto dal rientro della Dal Ri, che ha chiuso alla grande, mancando il podio per un soffio. Nel finale hanno invece ceduto Rungger e Maraoui, mentre la Tschurtschenthaler si è fermata. Al 7° posto è arrivata la Cusma, che ha accumulato comunque un ritardo pesante di 1'15".  spunti tratti da sportincampo.it