• home • fò di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti •NON  SOLO  CORSA

MARATONA  DI  SIVIGLIA

FOTO  DI  SPOCK

La Maraton Popular de Sevilla, quest’anno, giunta alla sua 27esima edizione, era valida quale campionato nazionale. Si è trattato di un evento particolarmente ben organizzato e curato in ogni dettaglio: dal pasta party del sabato presso l’Isla Magica, il primo parco divertimenti europeo, costruito proprio all’interno di una città, stile Gardaland, durante il quale sono stati offerti piatti di pasta, frutta, yogurt e l’immancabile e ovunque presente cerveza, alla Festa di Chiusura della domenica pomeriggio dove venivano offerti dagli sponsor vari premi ad estrazione ed un rinfresco. Naturalmente il clou è stato dato dalla Maratona, con partenza ed arrivo all’interno dello stadio olimpico (dove nel 1999 si svolsero i campionati del mondo) con tutti i servizi accessori (deposito borse, docce, massaggi, ristoro finale con fiumi di cervesa) sempre all’interno dello stesso. Diversamente dal sabato pomeriggio pre-gara, dove un sole cocente ed una temperatura di 26° mi aveva praticamente dato l’illusione di essere un turista in cerca di un ombrellone e sdraio, la mattina della gara la temperatura appare più clemente con i suoi 10° costanti per tutta la gara ed un cielo nuvoloso. Il percorso è interamente cittadino, in piano e senza particolari dislivelli (il punto più basso è 1,5 metri alla partenza, mentre il punto più alto è 20,45 metri, in coincidenza del km 24), con attraversamento di vari ponti e alcuni km iniziali e finali corsi all’interno del Parco Alamillo, anche se non passa direttamente nei pressi dei maggiori monumenti turistici; il numero dei partecipanti non è a livello di una grande maratona internazionale (circa 4.000 unità), ma la corsa risulta molto sentita anche se i partecipanti sono la maggior parte andalusi: pochi infatti risultano gli italiani e gli stranieri in genere: lo dimostra il fatto che nei giorni successivi alla maratona non si nota alcun residuato bellico a girovagare per la città. Ultima nota di merito il ben fornito pacco gara contenente un completo tecnico composto da canotta e pantaloncini, portascarpe, gadget vari, e all’arrivo della gara oltre alla bella medaglia ricordo si veniva persino ricoperti con un bel asciugamano personalizzato della manifestazione. Non male direi per una modesta cifra di iscrizione pari a ben 20 (venti) EURO!!! Che dire d’altro….Grazie Siviglia!                                                                                 spock