• home • fò di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti •

GARE DAL 02 AL 07 GENNAIO 2011

In questa sezione, libera a tutti, si inseriscono classifiche e commenti personali. Inviare resoconto a info@fodipe.it
06/01/2011                                                                                  8^ Maratona e Mezza sul Brembo - Roncola Treviolo - BG Emanuele Zenucchi e Stefania Benedetti  classifica maratona     classifica mezza 

Bergamaschi protagonisti assoluti all’ottava edizione della Maratona sul Brembo “nuovo formato”, ma andiamo con ordine. Il nuovo tracciato interessava i comuni di Treviolo, Dalmine, Osio Sotto ed Osio Sopra. Il problema principale nell’attraversamento dei centri abitati e la “conflittualità” tra automobilisti e podisti, ma si deve segnalare che in questo caso tutto è andato al di là delle più rosee previsioni e questo per due motivi: la civiltà dimostrata dagli automobilisti bergamaschi ed un impeccabile servizio d’ordine che ha visto impegnati i Vigili urbani dei comuni interessati, dislocati nei punti “caldi” del tracciato, e numerosi volontari che hanno presidiato tutti gli incroci. La mezza maratona ha visto prevalere su tutti Igor Rizzi, del Gruppo Alpinistico Vertovese, che con il tempo di 1h 09’ 19” ha stabilito il nuovo primato della gara, ed Eliana Patelli (1h 18’ 29” il suo tempo, anche questo nuovo primato della manifestazione). Va però detto che i vecchi record erano stati stabiliti sull’anello del Parco Callioni. La maratona ha visto imporsi per la terza volta Emanuele Zenucchi. Il suo tempo(2h 30’ 39”) non solo gli consente di vincere la gara, ma ritocca il record stabilito dall’atleta, nell’edizione del 2005. La vittoria ottenuta nella gara odierna è la 40a della carriera: vittoria che il forte atleta bergamasco (credo che 40 primi posti in maratona sia un record) voleva a tutti i costi... infatti aveva richiesto all’organizzazione, il pettorale numero 40! In campo femminile il tempo di 2h 47’ 12” con cui Stefania Benedetti, del Gruppo Alpinistico Vertovese, termina la gara è forse il risultato di maggior prestigio; infatti abbassa il precedente record di ben 11 minuti e 7 secondi. Come si è potuto notare dai tempi di arrivo dei primi, il nuovo tracciato della manifestazione è risultato più veloce e sicuramente sarà riproposto dai Runners Bergamo il prossimo anno, anche se questo richiede un maggior sforzo organizzativo. Per questo buon (ottimo?) risultato si deve anche alla collaborazione offerta dai gruppi (GP AVIS Curnasco, GP Sabbio, GP “I Saiocc” di Osio Sotto, GP “I Balocc” di Osio Sopra, Atletica Castel Rozzone, GP DOC di Suisio, GP “Insieme con amicizia” di Zanica e GP “Stoff” di Curno), che hanno dato un validissimo supporto al Comitato Organizzatore. Come Comitato Organizzatore dobbiamo sottolineare la buona risposta degli atleti di tutta Italia. Avere al via quasi settecento atleti in una gara che si disputa il 6 gennaio è un ottimo risultato e questo premia i Runners Bergamo. Avere potuto disputare una gara in assoluta sicurezza, con una chiusura delle strade “intelligente” (permettere il passaggio delle auto nei momenti di “calma” della gara), non sentire il suono dei clascon di automobilisti impazienti premia i Comuni attraversati dalla manifestazione, oltre a tutti i Bergamaschi! Vorrei inoltre ricordare che lo striscione preparato dai Runners Bergamo “Yara deve tornare a casa!”,è stato esposto con l’intenzione di ampliare al massimo la diffusione della foto di Yara, nella speranza (mi piacerebbe che fosse una certezza...) che possa essere di aiuto per il suo ritrovamento.  Fausto Dellapiana

06/01/2011                                                                                  54^ Cross Campaccio - S. Giorgio su Legnano - MI Joseph Ebuya e Aniko Kalovics  classifica completa 

L’albo d’oro già ricco di tanti campioni s’impreziosisce ulteriormente con la vittoria odierna del keniota campione del mondo di cross Joseph Ebuya in 28’15” davanti ai connazionali Leonard Komon (28’19”) e Dennis Masai (28’51”). Primo degli italiani è stato il portacolori delle Fiamme Gialle Andrea Lalli giunto 6° al traguardo in 29’29” (distacco +1’14”) al termine di una buona prova dove, come aveva pronosticato alla vigilia, ha cercato di limitare il distacco dagli imprendibili atleti africani. Cinque giri, 10 chilometri, dove gli atleti degli altipiani hanno fatto vedere la loro classe e la loro superiorità su un terreno secco e compatto che ne ha esaltato la velocità. Non è arrivata la neve e con una temperatura intorno ai 3° puntuale alle 13.10 il colpo di pistola. Dopo una fase di studio durata un solo giro con il gruppo compatto guidato da Adrea Lalli, i cinque keniani hanno preso il largo in maniera sempre più prepotente fermando il cronometro ad ogni giro su tempi assai più veloci rispetto alle edizioni precedenti. Già dal 3° giro la vittoria diventa un affare a due tra Komon ed Ebuya con Lalli in ritardo di circa 30”. La gara si decide negli ultimi 300 metri all’interno dello stadio Angelo Alberti con una lunga volata dove Ebuya si accorge di non avere rivali e si invola con 20 metri di vantaggio sul rettilineo finale per vincere a mani alte. Buona la prova anche degli altri azzurri che chiudono entro i primi dieci. Daniele Meucci (8° in 30’02”), Gabriele De Nard (9° in 30”07’) e Ruggero Pertile (10° in 30’32”). In campo femminile tutto come da pronostico con la facile vittoria della magiara Aniko Kalovics (20’04”) che si aggiudica il Campaccio per la quarta volta in carriera e la terza consecutiva. A completare il podio rosa la belga Veerle Dejaeghere (20’15”) e la portoghese Ana Dias (20’28”). Prima italiana la biellese Nadia Ejjafini, marocchina di origine, in Italia dal 2000 ed italiana dal settembre 2009, che ha tagliato il traguardo 20’36” con soli 32” di ritardo dalla vincitrice. Buona la prova di Nadia considerando che è appena rientrata dalla maternità di soli cinque mesi fa della piccola Sara.  Cesare Monetti

02/01/2011                                                                                  2^ Maratonina di Annone Brianza - LC                     Corrado Mortillaro e Nicole Kingler  classifica completa 

Seconda edizione per Annone Brianza che ospita la prima mezza dell’anno. Il percorso si è sviluppato su due giri, caratterizzati da continui saliscendi e su fondo asfaltato a tratti sconnesso, con buche riempite per l’occasione da sabbia. Temperatura rigida (si è corso fra i -2 e +1) e umidità, hanno accolto gli atleti che hanno beneficiato di un’ottima logistica, grazie alla vicinanza dei parcheggi con il centro sportivo dove sono state concentrate le attività di consegna pettorali, docce e ritiro pacchi gara, nonché luogo di partenza e arrivo. Essendo la prima gara dell’anno, diversi atleti hanno fatto il cartellino giornaliero in quanto non ancora in regola con il rinnovo del tesseramento. Nella mezza competitiva 222 i classificati con Corrado Mortillaro dominatore assoluto in 1.09.20, che ha avuto la meglio su Pietro Colnaghi - vincitore della passata edizione – e Graziano Zugnoni, che hanno concluso rispettivamente in 1.11.58 e 1.13.20. Nel gentil sesso affermazione dell’atleta svizzera Nicole Kingler in 1.26.11 su Lorena Di Vito, 1.31.09 e Claudia Redaelli,1.31.42. Per i fò di pe, presenti Soldatino all’esordio sociale e Rasta, rispettivamente 41° in 1.25.43 e 68° in 1.31.07.   soldatino

11

Mattinata gelida per la prima mezza del 2011, ma fortunatamente tutta la logistica era situata a pochissimi metri dalla zona partenza/arrivo per cui non si è dovuto girare troppo e prendere freddo nel prima e nel dopo gara. Percorso nervoso con una prima parte nel centro del paese per poi uscire e transitare vicino al Golf Club Lecco, entrare nel paese di Molteno (paese in cui è sepolto Lucio Battisti) dove si effettuava una discesa molto ripida per poi girare intorno ad uno spartitraffico e tornare alla partenza, tutto questo per 2 volte. Per la cronaca il vincitore è stato Mortillaro Corrado con 1h 09'20" che è il nuovo record della manifestazione, secondo il vincitore della passata edizione Colnaghi Pietro con il tempo di 1h11'58" ed a chiudere il podio Zugnoni Graziano con 1h13'20"; per la sezione femminile la vittoria è andata a Kingler Nicole con il tempo 1h26'11", seconda Di Vito Lorena con 1h31'09" e terza Redaelli Claudia con 1h31'42". Per i Fò di Pe presenti Soldatino all'esordio con la nuova divisa che effettua un ottimo rilievo cronometrico con 1h25'43" e Rasta con 1h31'07".   rasta