• home • fò di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti •

GARE DAL 15 AL 21 OTTOBRE 2011

In questa sezione, libera a tutti, si inseriscono classifiche e commenti personali. Inviare resoconto a info@fodipe.it
16/10/2011                                                                                  10^ Maratonina di Cremona - CR                             Kipkemei Chirchir Eric e Nadia Ejjafini classifica completa         Racconto di Crema

Solo piccole sbavature logistiche alla decima edizione della maratonina di Cremona, dovute alla presenza record di 3000 atleti, che oltre a godere di un clima clemente hanno avuto a disposizione una organizzazione alla altezza della situazione. Questo particolare non è sfuggito ai numerosi atleti bergamaschi ancora freschi del ricordo della pagliacciata chiamata maratona internazionale di Bergamo. Abbastanza numeroso il pubblico sulle strade peraltro ben presidiate e totalmente chiuse alle auto, insomma un plauso ai Cremonesi. La gara, a mio giudizio veloce, è stata vinta dal Kenyota Kipkemei Chirchir Eric in 1 02 17, piazza d'onore per Bett Kipkinyor 1 02 21 e terza per Jean Simukeka 1 02 24. Decimo posto per il Bergamasco Migidio Bourifa in 1 03 58. Tra le donne prestazione super che vale il nuovo primato Italiano sulla mezza maratona per Nadia Ejjafini in 1 08 27 su Valeria Straneo 1 09 42 e Fatna Maraoui 1 10 08.. Nutrita la pattuglia fò di pe, Velo 1 22 51, Lacrima 1 23 12, Crema 1 23 32, Soldatino 1 23 50, (protagonista di un increscioso episodio con l' incolpevole velo), Coscia 1 24 45, Walter 1 25 50, Brontolo 1 26 38, Ale 1 29 15, Scorpion 1 33 43, Spock 1 34 41 e Petenì 1 35 04 al personale.   Velo

16/10/2011                                                                                  36^ Maratona di Amsterdam - Olanda                        Wilson Kebet e Tiki Gelana classifica completa FOTO FODIPE VIDEO

La maratona di Amsterdam muove oltre 35.000 atleti con quasi 4.000 stranieri tra cui 1.000 Italiani. Il fascino della città porta in Olanda i grossi numeri ma il percorso si snoda prevalentemente nella zona dello stadio Olimpico e lungo la ciclabile che costeggia il fiume Amstel. Il centro cittadino non viene nemmeno sfiorato e forse è un bene perchè le vie sono tutte contrassegnate dai binari del tram ed il fondo non è dei migliori. Quindi lontano dalla ressa del centro, intasato in ogni angolo ma buona partecipazione di pubblico con la suggestiva partenza e sopratutto l'arrivo nello stadio Olimpico, con tante presenze sulle tribune. La mattina ci riserva un cielo limpido ed un sole che in poche ore porta la temperatura a livelli accettabili, dopo il freddo pungente dell'alba ( 3 gradi ). I servizi pubblici collegano ottimamente l'Olimpico e una volta arrivati, non ci sono grandi difficoltà a consegnare i cambi negli appositi spazi. L'organizzazione non fornisce le sacche e quindi molti utilizzano sacchetti di plastica o borse personali. Si parte sulla pista dalla parte della tribuna coperta e l'entrata nei settori non è ben regolata, dichiari a voce il settore ed entri, sul pettorale non esiste identificazione della zona. Start puntuale alle 9,30 e deflusso dallo stadio con inevitabili rallentamenti, si entra dopo 2 km nel Vondelpark e al 4° troviamo il primo canale che costeggiamo brevemente per poi iniziare la parte forse meno opportuna con andirivieni e curve a gomito, Il percorso è piatto e continua per i 14 km che si sviluppano a fianco dell'Amstel. Si ammirano i mulini a vento, un angolo di natura rigogliosa e battelli che navigano con musica e orchestra. Dal 30°si rientra nelle vie residenziali, con altri canali sulla parte destra  e dal 35° la gara diventa nervosa; diversi saliscendi, tratti in leggera salita ed un sottopasso lasciano qualche segno nelle gambe affaticate. Si rientra nel parco attraversato all'inizio e quando ne usciamo siamo dopo il 40° e due ali di folla ci accompagnano fino all'interno dell'Olimpico dove un numeroso pubblico applaude i concorrenti negli ultimi 200 metri di pista. Una bella maratona che si posiziona al pari delle altre capitali Europee, fatta eccezione di Berlino, che per il momento resta irraggiungibile. Per i fò di pe presente Forvezeta che termina in 3h. 24' 05' con un real time di 3h 23' 02'. Nella gara maschile dominio Africano con podio tutto Keniano e vittoria di Wilson Chebet in 2h 05' 53'' che al 35° sferra l'attacco decisivo e lascia la seconda posizione a Laban Korir 2h 06' 05'' che precede in volata Eric Ndiema 2h 06' 07''. Classifica femminile con l'Etiope Tiki Gelana al record della corsa in 2h 22' 08'', seconda la connazionale Eyerusalem Kuma 2h 24' 55'' e terza l'Olandese Lornah Kiplagat 2h 25' 52'.    Forvezeta

16/10/2011                                                                                  1^ Millegradini - Bergamo                                            Andrea Regazzoni e Silvia Moreni classifica completa  

Parte in pompa magna con appoggi e collaborazioni questa avventura che scopiazza il percorso del ''Giro delle Scalette'' di Lucio Bazzana, idea poi ripresa dai fò di pe. Su e giù per gli angoli più suggestivi di Bergamo con partenza dal Parco Suardi ed arrivo in via della Boccola per i tre percorsi, tra cui uno competitivo. In quest'ultimo ha la meglio Andrea Regazzoni in 55.41 su Massimo Lavelli 1.00.22 e Luca Conti 1.00.55. Giornata di potenziamento per Silvia Moreni che vince agevolmente la gara femminile in 1.11.39, seconda Nadia Bolis 1.25.29 e terza Silvia Slaviero 1.28.02.  forvezeta

16/10/2011                                                                                  2^ Valgoglio Vertical - Valgoglio - BG                          Nicola Golinelli e Veronica Cavallar classifica completa

Il chilometro Verticale, dopo mille metri di dislivello e circa 3,5km di sviluppo, porta dalla Centrale di Aviasco mt. 950 slm. ai 1950 metri della Capanna Giulia Maria. Partenza a cronometro ogni trenta secondi e ad imporsi a tempo di record è stato il favorito numero uno: Nicola Golinelli con lo strepitoso tempo di 35’16”, e lasciando a quasi due minuti il secondo classificato. La piazza d’onore è stata conquistata dal fondista di Gromo Fabio Santus, già vincitore della passata edizione. Per il rappresentante del Gs Carabinieri il tempo finale è stato di 36’59”. Terza piazza per l’azzurro Alex Baldaccini 38’03” che precedeva di sedici secondi il compagno di nazionale, il Forestale Manzi 38’19”. Quinto posto per l’idolo di casa, il campione di fondo del Cs Esercito Fabio Pasini 39’20”. In campo femminile il forfait dell’ultimo minuto della vincitrice della passata edizione Mariagrazia Roberti sembrava aver dato via libera per il successo alla compagna di allenamenti Angela Serena. Ad imporsi è stata invece, un po’ a sorpresa, Cavallar Veronica. La fondista delle Fiamme Gialle ha trionfato con il tempo di 46’36”, lasciando a quaranta secondi proprio Angela Serena (FreeZone) 47’16”. Terzo posto per l’altra rappresentante del FreeZone Monica Pont Chafer con il tempo di 48’29”. Quarta piazza per un’ottima Cavalli Giovanna (Runners Bergamo) che precede di un solo secondo (48’45” contro 48’46”) la valtellinese Valgoi Alessandra (Atletica Alta Valtellina).    spunti da corsainmontagna.it

16/10/2011                                                                                  1^ Sky Running Xtreme - Limone del Garda - BS     Daniele Cappelletti e Cinzia Bertasa classifica completa 

Il trentino Daniele Cappelletti, alla sua seconda prova di skyrunning stagionale, oggi ha letteralmente dominato i 23 km e mezzo della prima Sky Running Xtreme, tra Limone sul Garda (BS) e i territori trentini di Riva e della Valle di Ledro, su e giù dalle creste con gli affascinanti scenari del Lago di Garda a fare da sfondo. Un successo per l’atleta della Valle di Gresta, capace di mettere in fila avversari di “grossa taglia” come Tadei Pivk e 13 a Paolo Gotti. Il giovane portacolori dell’Atletica Trento ha coperto il tracciato in 2h16’41’’, rifilando quasi 10’ al campione italiano 2010 Tadei Pivk. Come da pronostici, la prima riga sull’albo d’oro della gara femminile l’ha firmata la bergamasca Cinzia Bertasa (3h06’41’’), davanti alla perginese Simonetta Gadler, seconda classificata con il tempo di 3h14’42’’. Sole splendido e grandi numeri (circa 200 gli iscritti) stamattina al via da Limone, soprattutto tenendo conto che quella odierna era la prima edizione assoluta per quel che riguarda lo skyrunning, una manifestazione inedita affiancata alla più longeva prova di mtb, la BikeXtreme, alla 21.a edizione vinta da Igor Baretto e dall’elvetica Sofia Pezzati.   spunti da cs newspover

16/10/2011                                                                                  5^ Green Race Ecorunning - Milano                             Franco Zanotti e Elena Casiraghi classifica completa

La splendida giornata di sole ha favorito il successo e la partecipazione alla 5° edizione di “Green Race” evento ecorunning che ha avuto luogo al Parco delle Cave. Tra gli oltre 3.000 partecipanti moltissimi atleti, runners e sportivi ma anche bambini, ragazzi, famiglie e anziani, tutti insieme per celebrare una giornata particolare dedicata al movimento, all’educazione e all’ecologia. Unico e suggestivo lo scenario di gara sui percorsi di 2 e 10 km tra laghetti, boschi, prati, antiche cascine e paesaggi naturali a pochi passi dal centro di Milano. La gara è stata vinta da Franco Zanotti con il tempo di 33’22” che ha preceduto in volata, di pochi centimetri Davide Milesi (con lo stesso tempo di 33’22”) e Luca Boscani (34’42”). Prima donna al traguardo Elena Casiraghi con il tempo di 41'21” davanti a Sabina Cangiamila (41'45”) e Lorena Panebianco (42'30”).   spunti da cs