• home • f˛ di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti •

giro  di  Selvino freddo acqua e...vino

Venerdý 07 Maggio 2010, ore 23,05 sotto una leggera pioggerella, si allineano alla virtuale partenza, 12 pretendenti alla gara di lunga durata. Ci son 7 f˛ di pe e cinque amici che tramite il sito, decidono di condividere l'esperienza del giro di Selvino. 11 saranno ai nastri di partenza del Passatore mentre un infame, Velo, ha deciso di disertare in favore della 9 colli, gara in linea di 200 km, in programma il 22 Maggio a Cesenatico. Si parte coperti per il clima sfavorevole e si punta a cittÓ alta attraverso il Pascolo Tedeschi e via Marieni. Alla Marianna incontriamo i primi avamposti Alpini ed inizia la festa con grida e schiamazzi da entrambe le parti. La discesa verso cittÓ bassa, il passaggio all'accademia Carrara e il transito in Borgo S. Caterina Ŕ un puro delirio, si vede di tutto, una festa immensa delle penne nere che si appropriano della cittÓ e la riempiono di gioia. Veniamo salutati al nostro passaggio, mentre Velo all'altezza di via Corridoni, come previsto, saluta la compagnia e per una volta non completa i 62 km. A Torre Boldone, quello che sarÓ il nostro compagno fedele, Robidumeter, ci prepara il primo ristoro con tanto di tavolino, crostate, biscotti, cioccolato, coca cola, acqua, thŔ caldo e caffŔ. Incredibile il servizio del nostro accompagnatore che ogni 5 km predispone il tutto per agevolare la nostra fatica. Arriviamo a Nembro dopo 1h45' ed iniziamo la salita ben coperti, la pioggerella continua e la temperatura non molla. Dopo 11 km di salita, arriviamo a Selvino al limite delle 3 ore e la temperatura Ŕ ben diversa, 5 gradi. Ci scaldiamo con bevande calde, ci cambiamo, e dopo aver ricompattato il gruppo, ci avviamo per l'altrettanto lunga discesa. Procediamo in gruppo fino a Rigosa e poi a gruppetti, nel buio della notte, fino ad Ambria. Ennesimo ristoro e gi¨ per la ciclabile che collega Zogno e quindi la statale che ci porta a Sedrina. Sono ormai le 4 e chi ci incrocia non capisce cosa ci fanno questi pazzi di corsa sulle strade della Valle Brembana. All'inizio della comunale per Ubiale, Robidumeter fornisce l'ultimo ristoro e saluta la compagnia per presentarsi al mercato di Darfo in orario. Troppo bravo! Rimangono gli ultimi 10 km che portano a Clanezzo, Almenno S. Salvatore, AlmŔ, Madonna della Castagna e Valbrembo. Sgranati terminiamo impiegando da 6h20 a 6h40 con la pioggia che aumenta intensitÓ e la fatica inesorabile che prova il fisico infreddolito. Gli Alpini si son appropriati della palestra e del centro sportivo e ci privano della possibilitÓ dello spogliatoio, della doccia e della birra al bar. E' la loro festa, la condividiamo, sperando che al Passatore la scena diventi nostra, per la costanza, l'impegno e la voglia di partecipare ad un evento unico, ad un traguardo ambito.   forvezeta