• home • f di pe • gare • classifiche • fotorisultati • allenamenti •

LA  MIA  MARATONA  DI  MILANO

DI  FRANZ

Ecco una mia personalissima cronaca e resoconto del debutto in maratona, la classica e la piu' importante prova dell'atletica, sia a livello agonistico e, come nel mio caso e nella maggior parte dei praticanti della corsa, la piu' dura, temuta e ambita gara. Costretto e trascinato a forza dai miei due amici che alla fine della corsa odiero' (ale e gondola) decidiamo insieme di correre la Milano marathon, io che odio la strada e sopratutto correrci...di fatto fino ad ora il mio massimo stata la mezzamaratona.. Iniziamo a fine gennaio la preparazione con i lunghi, partecipando alle varie non competitive: Grumello, Zandobbio Cenate sotto e quando si riesce il solito allenamento settimanale di un' ora/ora e trenta. Finalmente si arriva al giorno della gara, sveglia ore 5.20!!!Neanche fossimo muratori!!!!! Visto che la notte stata lunga e travagliata a causa del vento, dell'agitazione pregara e dei rumori vari, sono molto rincon.... Veloce colazione e alle 6.20 passa il Gondola a casa a prendermi e ci troviamo con gli altri fo' di pe Ale, Coscia, Cucciolo, Spok, ci saranno poi Adriano e Onga. Si parte, arriviamo a Rho' alle 7.40 e ci accorgiamo subito che tira una brutta aria!!! tranquilli... non sto parlando di fatti di cronaca nera, che fa veramente freddo e l'aria gelida. Ci cambiamo dietro i camion che poi porteranno le sacche all'arrivo e poi ci si mette in griglia. notare che Gondola fino a 10 minuti dallo start in tuta e si legge la gazzetta guardato stranamente da chi ci circonda.....Prima di noi partono i ragazzi che gareggiano con le bici carozzine il termine inglese adesso mi sfugge, ma massimo rispetto, sono dei grandi! Finalmente si parte ognuno con le proprie ambizioni, paure e obiettivi, il mio di finirla dignitosamente e senza arrivare trascinandomi.....Dopo un 'ora di gara sono al 12km, bene cosi spero di tenere il 5 al km, faccio tutti i ristori ma salto vivamente gli spugnaggi visto che anche dentro e attorno la citta' tira sempre il vento gelido. Resto subito solo perche' Ale viaggia come un treno e Gondola partito piu' piano, arrivo alla mezza con il tempo di 1.45.19, bene sono ancora intorno al 5 (ma poi la paghero' cara..). Dopo aver passato il 23 km mi affianca il Gondola e mi chiede se va tutto bene, io gli dico tutto ok ma non lo seguo non riesco. Incomoncio a guardare un po' in giro, visto che a Milano non c'ero mai stato e faccio il turista: bellissima piazza Duomo,il Castello Sforzesco e le vie piu' famose della moda e come dice la pubblicita' della Milano da bere (ma il carciofo gigante e lo scimmione neanche l'ombra mahh....) il naviglio, il Ferrari store, il parco Sempione, naturalmente non sono in ordine di appari-zione. Sono al km28 e qui inizia la mia via crucis comincio ad avere le gambe dure legnose e sono vuoto a livello di energie, decido cosi di fare i restanti 14.195mt Step bYe Step ovvero i prossimi 3 ristori (30-35-40) di fermarmi camminare, mangiare e sciogliere i muscoli e magari guardare anche un po' di belle ragazze,male non fara'......... al 30km viaggio al 5.10 al km, ma ormai conto i km come le signore a messa contano le perle recitando il rosario!!  Ma testardamente continuo e faccio mio il motto dei FO' DI PE finire sempre, ritirarsi mai!! Al 39km con stupore raggiungo il Gondola anche lui alla frutta, allora come se fossimo 2 amici al bar ci fermiamo al ristoro del 40 km gli offro da bere e cerchiamo insieme di arrivare alla fine, ma dopo poco lui mi d il via libera e mi dice di andare pure. Sono in vista dell'ultimo km e spinto dalla gente, in piena crisi mistica decido di "tirare"(non di coca) e a 200mt becco il palloncino delle 3.45 e lo supero. E' finita!!!!tempo 3.44.38 sono contento a mi auto applaudo (un saluto all'amico Barcella dei999 di Cenate che ho involontariamente bruciato a pochi mt dal finish). Ritiro medaglia, viveri e via all'arena sotto la doccia a ritemprarmi un poco..scambio di battute con Gondola e Ale, grandissmo con il suo nuovo personale, malgrado un problemino a 2km....dalla fine. Ritorno in metro, a Rho' con altri atleti, mitico il siparietto....scesi dalla metro e davanti alla rampa di scale tutti tranne uno, hanno preso le scale mobili e da li partita la frase del solitario scalatore di gradini...... ALA' MEZE SEGHE!!